ALL’ITS BIANCHINI INAUGURAZIONE DELLA BIBLIOTECA INNOVATIVA RETE INDACO

Giovedì 19 c.m., dalle ore 15,00 alle ore 18.00, si terrà presso l’ITS Bianchini di Terracina il Workshop “Una biblioteca per tutti”, evento di inaugurazione della biblioteca innovativa Rete Indaco dell’Istituto.

Al workshop parteciperanno il Dirigente Scolastico Prof. Maurizio Trani che aprirà i lavori con una relazione su “Azione 24 PSND”; il Dott. E. Santocchini di DM cultura che relazionerà su “La biblioteca digitale Reteindaco”; la Prof.ssa Piera Petti, referente per l’alternanza scuola lavoro del Bianchini, che illustrerà il “Progetto ASL, una biblioteca per tutti”; l’Architetto F. Sorrentino autore del progetto di ampliamento della biblioteca. Gli interventi delle autorità invitate all’evento chiuderanno i lavori. La giornata di inaugurazione della biblioteca innovativa non terminerà con il workshop perché per la serata è prevista presso il ristorante “La Capannina” una cena, alla quale potranno partecipare tutti gli studenti con i loro genitori, il personale della scuola ed i cittadini, per finanziare l’adeguamento e l’ampliamento dei locali della biblioteca e realizzare un piccolo Salotto Letterario. Tutti gli interessati potranno acquistare  il biglietto il pomeriggio del workshop. Inoltre, sarà possibile contribuire al potenziamento della biblioteca scolastica “Reteindaco” del Bianchini, i cui servizi saranno a disposizioni di tutti i cittadini, con delle donazioni che avranno i benefici dello School Bonus. Le donazioni possono essere effettuate tramite bonifico bancario al codice IBAN: IT40H0100003245348013362600 riportando nella causale del versamento il codice fiscale della scuola F. 80004840593; il codice della finalità al quale è vincolata l’erogazione: C2 – manutenzione e potenziamento di strutture scolastiche esistenti- e il codice fiscale del soggetto donante.

La biblioteca innovativa, realizzata all’ITS Bianchini nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale grazie all’iniziativa del D.S. Trani, alla progettualità delle docenti Simona Ciocia e Francesca Marconi e alla collaborazione del Comune di Terracina e della Biblioteca Comunale Olivetti, ha la caratteristica di andare oltre le normali funzioni di una biblioteca classica in quanto essa diviene un centro di informazione e di documentazione in ambito digitale. Infatti, è possibile avere un accesso ed una consultazione telematica dei cataloghi che vengono messi in rete con altre biblioteche ed istituzioni del territorio. Grazie a tale progetto la biblioteca digitale “Achille Beatrice” del Bianchini è presente nel polo RM della Regione Lazio, accedendo al quale all’indirizzo http://opac.regione.lazio.it/SebinaOpac/Opac.do?sysb=terracina#0 tutti gli utenti del territorio potranno beneficiare, grazie alla piattaforma “Reteindaco” e al software “Sebina open Library”, del prestito digitale e della consultazione di tutto il materiale presente nel catalogo.

Inoltre, la biblioteca sarà un centro di formazione, di sviluppo di politiche culturali e sociali, un luogo per assaporare il piacere della lettura, realizzare esperienze dirette di produzione, acquisire competenze di media literacy e fornirà servizi in sinergia con le istituzioni, le associazioni, gli enti, mettendo a disposizione le proprie attrezzature educative e l’esperienza di personale qualificato. In tal senso è stato già realizzato un laboratorio di alternanza scuola lavoro in cui gli studenti hanno sperimentato   le attività della biblioteca scolastica, imparando a gestire alcune pratiche amministrative e scoprendo, con l’aiuto di  tutor ed esperti (grazie alla convenzione attivata con la Biblioteca Comunale Olivetti di Terracina) i principali procedimenti che caratterizzano il servizio bibliotecario  ai cittadini.

In tal senso è stato già realizzato un laboratorio di alternanza scuola lavoro in cui gli studenti hanno sperimentato   le attività della biblioteca scolastica, imparando a gestire alcune pratiche amministrative e scoprendo, con l’aiuto di  tutor ed esperti (grazie alla convenzione attivata con la Biblioteca Comunale Olivetti di Terracina) i principali procedimenti che caratterizzano il servizio bibliotecario  ai cittadini.

Ma il progetto “Una biblioteca per tutti” – patrocinato da ISSAC ITALY – nasce anche per favorire l’accesso alla lettura da parte di soggetti con disabilità e con bisogni comunicativi complessi attraverso la condivisione di libri illustrati con il testo tradotto nei simboli della Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA). Questo progetto ha dunque lo scopo di mettere insieme due temi fondamentali in ambito culturale: l’accessibilità e l’inclusione, facilitando l’accesso ai libri per tutti, anche per coloro, adulti e bambini con bisogni comunicativi complessi che non riescono o non possono accedere alla lettura attraverso gli strumenti tradizionali. La lettura è  uno strumento molto efficace per ampliare la possibilità di partecipazione e di inclusione sociale e perché ciò avvenga sono necessari due fattori importanti: l’utilizzo di libri opportunamente modificati o adattati e l’accessibilità al luogo in cui tutti vanno a cercare i libri da leggere, cioè la biblioteca. La biblioteca digitale è ancora più inclusiva e la disabilità vi troverà pieno diritto di cittadinanza, in linea con la  missione culturale della scuola di coinvolgere tutti nella lettura e di essere un polo di aggregazione sociale.