Domenica 19 maggio festa delle Oasi WWF e marcia Stop Pesticidi, a Terracina apertura straordinaria della Rimembranza

Domenica 19 maggio si celebra in tutto il territorio nazionale la festa delle oasi WWF.

A Terracina il Gruppo pontino del WWF Litorale laziale aprirà il parco della Rimembranza per l’intera giornata a partire dalle ore 10.30

Ci saranno visite guidate nei due livelli accessibili dopo i danni dell’evento meteorologico del 29 ottobre e i visitatori potranno prendere visione di una mostra su Agricoltura e salute.

La Giornata, infatti, sarà caratterizzata in molte parti del Paese da marce contro l’uso dei pesticidi in agricoltura.

IN MARCIA PER DIRE STOP PESTICIDI

DOMENICA 19 MAGGIO MARCE STOP PESTICIDI IN DIVERSE LOCALITÀ’ ITALIANE,

PER IL WWF SERVE UN NUOVO PAN PESTICIDI CHE TUTELI LA SALUTE DEI CITTADINI E LA NATURA

 

A livello europeo e nazionale sta crescendo una diffusa consapevolezza nei cittadini-consumatori sull’urgenza di adottare provvedimenti per limitare l’utilizzo dei pesticidi, in particolare in agricoltura ma anche nelle nostre città per la gestione del verde urbano pubblico e privato.

Per il WWF serve un cambio di paradigma che ribalti completamente l’approccio considerando l’uso della chimica di sintesi l’ultima ratio nelle pratiche agronomiche, vietando l’uso dei pesticidi quando non sussistono comprovate situazioni di emergenza e quando il loro uso può essere sostituito con pratiche meccaniche, come nel caso dei diserbanti. Non è casuale che il pesticida maggiormente presente nelle acque sia proprio il glifosato, il diserbante più’ utilizzato in agricoltura. I dati ISPRA confermano che i livelli di inquinamento da glifosato sono ormai fuori controllo e l’unica soluzione da adottare con urgenza è la sua eliminazione dal mercato o quanto meno divieto di utilizzo in tutte le aree vulnerabili per la presenza di corsi d’acqua o del reticolo idrografico superficiale.

All’emergenza pesticidi le Associazioni, i comitati di cittadini e molti Amministratori locali rispondono domenica 19 maggio in diverse località del nostro Paese con marce e presidi per chiedere la limitazione dell’uso dei pesticidi, in particolare nelle aree agricole peri urbane o in prossimità delle abitazioni, come avviene nell’area della produzione del prosecco e delle mele nel nord Est d’Italia, da dove è partita l’iniziativa della Marcia Stop Pesticidi.

Il WWF nella giornata di domenica rilancerà la richiesta ai tre Ministri, Ambiente, Agricoltura e Salute, di approvazione del nuovo PAN Pesticidi (scaduto il 12 febbraio scorso) che garantisca una maggiore tutela della salute dei cittadini e di specie ed habitat naturali.

Il WWF Litorale laziale ha aderito alla marcia di cui si può leggere qui il manifesto

 

 

Una coincidenza straordinaria viene dalla sede generale della FAO di Roma che ha indetto per lunedì 20 maggio la Giornata mondiale delle api che porta lo stesso messaggio contro l’uso dei pesticidi nei diversi ambienti.

 

Sul sito della FAO è presente questa scheda illustrativa dell’utilità degli impollinatori che non sopravvivono all’uso della chimica nelle campagne.

 




Conferenza stampa di illustrazione delle misure relative alla viabilità e all’organizzazione in generale della tappa del Giro d’Italia in arrivo a Terracina

 




Convegno “Fascination of Plants Day” a Terracina

Il 18 maggio alle ore 11:30, in collaborazione con l’ITS Bianchini di Terracina, presso l’aula magna, si terrà il convegno “Fascination of Plants Day May 2019”.

La giornata internazionale del fascino delle piante è promossa in tutto il mondo per avvicinare quante più persone possibili all’affascinante mondo delle piante e far conoscere quanto è importante la ricerca in questo settore. In tutta Italia laboratori, orti botanici, enti di ricerca, musei e scuole aprono le porte al grande pubblico per far conoscere le piante in tutti i loro aspetti. Il convegno proposto vuole essere un’occasione di discussione e di approfondimento, un’intera giornata dedicata agli alberi, finalizzata a promuovere la cultura del verde e degli alberi. 

Relatori del convegno: Il dottor Forestale Raniero Vincenzo De Filippis, il dottor Paolo Maria Guarrera e la dottoressa Forestale Francesca Di Mauro.

Alle ore 16:30 si svolgerà una visita al Parco del Montuno da parte del Circolo Legambiente di Terracina “Pisco Montano”.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare le persone su quanto gli alberi siano elementi fondamentali dell’ecosistema, soprattutto nella città, perché contribuiscono a contrastare l’inquinamento e a migliorare la qualità della vita. Con l’occasione, dopo gli eventi atmosferici dell’ultimo periodo che hanno portato al crollo di alberi, danni ai palazzi, a strade e veicolo causando vittime, verranno fatti interventi e riflessioni da parte di organi competenti, quali agronomi e botanici.




Tappa del giro d’Italia a Terracina: gli orari

 

 I ciclisti imboccheranno la strada statale Terracina – Prossedi in direzione Terracina (16:29), passeranno per Capocroce (16:41) quindi prenderanno la via Appia (16.51) fino all’ingresso di Terracina da via Roma (17:00) per poi cimentarsi nel circuito  finale intorno alle 17. Il mini tracciato all’ombra del tempio di Giove misurerà 9.2 km, porterà i ciclisti a passare in via Roma, quindi piazza della Repubblica e il transito nei pressi della zona portuale, scavalcheranno il ponte sul fiume Linea, per poi accedere sul lungomare (viale Circe) fino a viale Europa per poi passare sulla Pontina per poi tornare sull’Appia nei pressi dell’ospedale Fiorini fino al traguardo finale in prossimità delle Poste.




Ricostruito in 3D un frammento di Sarcofago Romano sito nelle mura di Terracina

 

Nelle mura di Terracina, costruite nel periodo tardo antico, è inserito questo frammento di sarcofago Romano di età imperiale.
In esso si nota una menade (una baccanale) che danza e i cui movimenti, nella scultura, sono ben espressi dallo svolazzare dei drappi del suo vestito.
Nel mentre che suona un tamburello osserva un satiro alla sua sinistra.
Il satiro appare con la mano destra sul suo fianco nell’atto di reggere un tirso e la mano sinistra posta in alto su quello che appare come il frammento di un cartiglio (probabilmente epigrafico) circa il defunto.
Su tale cartiglio, vista la difficoltà di analisi della stessa a causa dell’altezza dal terreno, non è stato possibile rilevare alcuna lettera epigrafica.
L’intera scena, probabilmente, ci illustrava la rappresentazione di un baccanale.
Le Menadi (in greco antico: μαινάς [-άδος, ἡ]), dette anche Baccanti, Tiadi o Mimallonidi, erano donne in preda alla frenesia estatica invasate da Dioniso, il dio della forza vitale e nella iconografia classica vengono raffigurate spesso come l’oggetto del desiderio dei satiri.

(Scheda descrittiva di Paolo Alberto Giannetti, [email protected])

In the walls of Terracina, built in the late ancient period, it is inserted this fragment of a Roman sarcophagus from the imperial age.
In it we note a maenad (a bacchanal) that dances and whose movements, in sculpture, are well expressed by the fluttering of the cloths of her dress. Meanwhile, playing a tambourine, he observes a satyr to his left.
The satyr appears with his right hand on his side holding a thyrsus and his hand left side up on what looks like a fragment of a cartouche (probably epigraphic) about the deceased.
On this cartouche, given the difficulty of analyzing it due to its height from terrain, no epigraphic letter could be detected.
The whole scene probably illustrated the representation of a bacchanal.
The Maenads (in ancient Greek: μαινάς [-άδος, ἡ]), also called Bacchantes, Tiads or Mimallonids,
they were women in the grip of the ecstatic frenzy possessed by Dionysus, the god of life force e
in classical iconography they are often depicted as the object of desire of satyrs.

(Card by Paolo Alberto Giannetti, [email protected])




Edizione 2019 di “Tuttinsieme nello Sport” a Terracina

Avrà luogo venerdì 17 maggio 2019, dalle ore 10, presso il Palazzetto dello Sport “PalaCarucci”, in Viale Europa n. 204. I ragazzi del centro diurno “Il Melograno” e di “Rete Solidale” si misureranno in una sana competizione sportiva insieme ad atleti normodotati. Sarà il momento in cui l’attività motoria veicolerà l’integrazione delle persone con abilità diverse nella comunità locale.




Convegno: “Dallo Sport all’inclusione” a Terracina

Convegno intitolato “Dallo sport all’inclusione: esperienze a confronto”, che si terrà lunedì 13 maggio 2019, dalle ore 9.30 presso la nuova sede dell’Istituto Professionale “A. Filosi” in Via Giacomo Leopardi n. 67 (ex Scuola Elementare “F. Lama”). Si tratta di una preziosa occasione di confronto tra le diverse progettualità di inclusione presenti sul territorio. Oltre ai racconti delle importanti esperienze realizzate dal centro diurno “Il Melograno” e dall’associazione “Rete Solidale”, i Dipartimenti per l’Inclusione delle scuole superiori della città avranno modo di condividere i propri progetti di integrazione a favore delle persone diversamente abili.

 




Ispezionata ignota struttura muraria antica nel sottosuolo di Terracina bassa

Si era andati per visionare delle strutture Romane sotto un palazzo ma si è trovato anche altro che abbiamo cercato di definire. Scusate la qualità del video alla buona ma la cosa non era programmata e si è usato uno smartphone per le riprese.

 




La Sede di Terracina dell’Archeoclub d’Italia divulga video sull’Appia Antica a Terracina

In occasione della IV Giornata Nazionale dell’Appia (12 maggio 2019), la Sede di Terracina dell’Archeoclub d’Italia ha ritenuto opportuno divulgare, attraverso la propria pagina Facebook ( https://www.facebook.com/ArcheoclubTerracina ), il video sull’Appia Antica realizzato dalla nostra Associazione in collaborazione con il Comune di Terracina e prodotto nel 2004 dalla “Angelo Corbi Audiovisivi”.
Si tratta di un percorso di visita di impostazione didattica e con fine divulgativo, che l’Archeoclub di Terracina mette ora a disposizione gratuita dei cittadini, delle scuole e dei turisti.


 




Appia Day 2019: tesori della antica civiltà Romana sulla costa degli Ausoni e Aurunci

 




Concerto convegno ‘La Buona Cultura’ a Terracina

DOMANI SERA, sabato 11 maggio alle 19.30, un altro grande appuntamento con la Musica Alta presso il Santuario Maria SS della Delibera a Terracina! Si parte subito con la grande musica, il Jazz classico e raffinato dell’Anxur Quartet che vede al clarinetto il maestro Bruno Di Girolamo, presidente AMI di Terracina, Federica Simonelli al pianoforte, Sandro Palmacci alle percussioni e Paolo Scandozza al contrabbasso. Poi un breve intervallo con un piccolo dibattito per affrontare il tema “La Buona Cultura”, e quindi di nuovo la grande musica. L’evento è aperto a tutti, vi aspettiamo, NON MANCATE!




Visita Culturale a Terracina,Giornata nazionale Chiese Aperte: “La Chiesa di S. Carlo Borromeo”




Visita culturale a Terracina: “Via Appia Antica”




Festival delle Emozioni 2019 a Terracina

2 Maggio 2019

Ore 09:00

A cura dei docenti del Festival delle emozioni: Inizio del Corso base “Riconoscere e regolare le emozioni”. Per gli alunni delle classi 2E AFM e 4C TUR dell’ITS BIANCHINI

 

Ore 10:00

Daniela Di Leo

Emozioni Yoga.

Dal corpo alla mente per maggiore equilibrio e fiducia in se stessi.

(Spiaggia Grappolo d’uva)

 

Ore 17.00 – Inaugurazione

Piazza Santa Domitilla Terracina (LT)

Prof. Giuseppe De Rita

“Il peso delle emozioni nei comportamenti degli italiani d’oggi”.

 

Ore 21.00 – Piazza G. Garibaldi

Serata Evento di Apertura del festival: “La Sfida delle Emozioni”

 

3 Maggio 2019

Ore 10:00

Prof.sa Pina Zannella

L’arte di abitare il corpo (con la tecnica Antigym)

Piccoli movimenti per riconnettervi al corpo ignorato, riabitarne le stanze inutilizzate ed acquisire Benessere.

(Spiaggia Grappolo d’uva)

 

Ore 16:50

Leonardo: il mito in un sorriso…

Daniela Merigliano

CHI ERA LEONARDO?

Ritratto psico-emotivo di un genio.

(presso la Scuola “E. Fiorini” di Terracina)

 

Ore 18:00

Il benEssere prende corpo…

Marina Pompei

IL CORPO RACCONTA

Lo stress si incide nei nostri muscoli e da lì possiamo iniziare a combatterlo.

(presso la Scuola “E. Fiorini” di Terracina)

 

Ore 19:10

Leggere, Scrivere, crescere…

Sara della Giovampaola

L’ARTE NARRATIVA: RISORSA ESISTENZIALE E STRUMENTO DI CURA.

Leggere e scrivere: incontro con la bellezza e con sé stessi.

(presso la Scuola “E. Fiorini” di Terracina)

In piazza per emozionarsi… “Emozionarsi Time”

 ore 21.00 – Piazza G. Garibaldi

4 Maggio 2019

Dalle ore 10:00

Ass. Progetto Mindfulness di Terracina: Camminata in consapevolezza. Camminare in presenza mentale assaporando la gioia dei nostri passi.

(Piazza Palatina)

 

Ore 10:00

Prof.sa Caterina Carocci

Storia recente del convento di San Francesco a Terracina

Prof.sa Anna Giovannelli

Il riuso dell’ex Convento di San Francesco

Dott.sa Verdiana Longhitano

Acropolis. Proposta per un ecomuseo del Sud Pontino.

 Patrocinio dell’Università La Sapienza di Roma.

In collaborazione con il WWF

 

Ore 16:50

Leonardo: il mito in un sorriso…

Dionisio Castello

LEONARDO A TERRACINA.

Lo studio sulle paludi pontine e il viaggio nelle nostre terre.

Luca Caricato

LEONARDO FRA ARTE E SCIENZA.

(presso la Scuola “E. Fiorini” di Terracina)

 

Ore 18:00

Il benEssere prende corpo…

Viviana Ballini

LIBERO OVUNQUE TU SIA. Mindfulness in carcere

Un’esperienza di pratica di consapevolezza con i detenuti di Regina Coeli e Rebibbia

(presso la Scuola “E. Fiorini” di Terracina)

 

Ore 19:10

Leggere, Scrivere, crescere…

Vanni Santoni

RITORNO A CASA: DAL PADRE.

Presentazione del nuovo romanzo

“I Fratelli Michelangelo.”

(presso la Scuola “E. Fiorini” di Terracina)

 

In piazza per emozionarsi…

1. Emozionante – 2. Barber Battle 2019

ore 21.00 – Piazza G. Garibaldi

5 Maggio 2019

Ore 16:50

Leonardo: il mito in un sorriso…

Luca Caricato

LEONARDO DA VINCI REGISTA DELL’ARTE.

Tra suspense e colpi di scena scopriamo i misteri che si celano nel Cenacolo vinciano.

(presso la Scuola “E. Fiorini” di Terracina)

 

Ore 18:00

Il benEssere prende corpo…

Micol Franco

“IL CORPO: IL NOSTRO ALLEATO PER COMPRENDERE E REGOLARE LE NOSTRE EMOZIONI.”

(presso la Scuola “E. Fiorini” di Terracina)

 

Ore 19:10

Leggere, Scrivere, crescere…

Incontro con i narratori di Terracina

SENTO DUNQUE SCRIVO

Emozioni impresse sulla carta

Con Fabio Arduini

(presso la Scuola “E. Fiorini” di Terracina)

 

In piazza per emozionarsi…

“Il Galà delle Emozioni”

 ore 21.00 – Piazza G. Garibaldi 

Chiusura del Festival delle Emozioni 2019

 

 

 

 

 

 

 




Convegno “Acropolis: proposta per un Eco-Museo del Sud-Pontino”




Apertura del Castello Frangipane e inaugurazione della mostra




Festa di San Silviano 2019 a Terracina




Visita Culturale: Terracina Medievale




Rappresentazione della Passione 2019: i nostri video




Visite Culturali: Terracina Sacra 2019




Si avvicina la Pedagnalonga del 28 aprile 2019



Comunicato stampa, si avvicina la Pedagnalonga del 28 aprile: domani
scade lo sconto per l’iscrizione alle gare competitive. 
Ecco tutti i dettagli

Borgo Hermada, Terracina (4/4/2019, ufficio stampa) - Conto alla 
rovescia ufficialmente iniziato per la Pedagnalonga, la storica
manifestazione giunta all’edizione numero 46 in programma domenica
 28 aprile prossimo. L’evento, che lo scorso anno coinvolse oltre
 6.000 persone, è uno dei più attesi di primavera nell’intera 
regione Lazio e si divide in due: la corsa podistica di 21 e 10 km, 
che quest’anno sarà anche sede dei Campionati Nazionali di 
Mezzamaratona Uisp, e la passeggiata enogastronomica, tipico 
appuntamento che coinvolge famiglie ormai da generazioni. 
“Come ogni anno si sta avvicinando la Pedagnalonga e il 
nostro Borgo è già in fermento da tempo per l’organizzazione: 
come al solito ci aspettiamo una grandissima partecipazione 
sia delle famiglie per la classica passeggiata aperta a 
tutti ma anche per la corsa podistica visto che quest’anno 
è anche Campionato Nazionale” spiega Albino Marostica, 
uno degli organizzatori, insieme a Pasqualino Sicignano 
e Augusto Vitti che ha fortemente voluto il Campionato 
Nazionale di Mezzamaratona.

GARE COMPETITIVE - Domani (venerdì 5 aprile) scadrà il 
termine per iscriversi a prezzo scontato per le gare 
competitive. Attualmente il costo è di 18 euro per la 
mezzamaratona (dal 6 aprile salirà a 20 euro) e di 10 euro 
per la gara dei 10 km (salirà a 12 euro). L’iscrizione alle 
gare competitive si può effettuare inviando una e-mail 
all’indirizzo [email protected] indicando i propri 
dati personali e la documentazione specificata sul 
sito www.pedangalonga.it

PASSEGGIATA - Per quanto riguarda la passeggiata 
enogastronomica (prezzo unico 10 euro), che lo scorso 
venne dichiarata sold-out già il giorno precedente alla
gara, ci si può iscrivere nei seguenti punti: presso la 
cartolibreria articoli da regalo Di tutto un po’ in 
via Cesare Battisti (tel. 0773.740721) a Borgo Hermada. 
A Latina si può fare riferimento al Comitato territoriale 
Uisp in via Don Morosini (tel. 0773.691169), a Itri presso
l’enoteca confetteria Peppino in via della Repubblica 
(tel. 0771.730479), ad Anzio presso il negozio Athletics 
in via Nettunense 201, Km 33.800 (tel. 06 9803433) e 
infine a Roma presso la sede Uisp di viale Giotto,16.

-- 
Giuseppe Baratta
Ufficio stampa 46^ Pedagnalonga
cell. 3358334331
[email protected]
http://www.pedagnalonga.it/

#Pedagnalonga46



Campagna Legambiente Beach Litter 2019

Il Circolo Legambiente di Terracina “Pisco Montano” partecipa per il quarto anno consecutivo all’indagine annuale denominata “Beach Litter 2019” con l’obiettivo di indagare sulla quantità e sulla tipologia di rifiuti presenti sul litorale di Terracina https://www.legambiente.it/indagine-beach-litter/ . E’ dal 2014 che i volontari di Legambiente e della rete CleanUp the Med effettuano il monitoraggio dei rifiuti sulle spiagge del Mediterraneo. Anno dopo anno i volontari hanno fatto crescere questa indagine, dando vita a una delle più grandi esperienze di citizen scienze, quindi di ricerca scientifica condotta dai cittadini, a livello italiano e internazionale, presentata anche al Governo, al Parlamento Europeo e all’ONU e riconosciuta a livello internazionale per la sua ampiezza e la rilevanza dei risultati prodotti. Lo scorso anno l’indagine è stata condotta tra aprile e maggio. Sono state monitorate 78 spiagge italiane, per un totale di oltre 400 mila metri quadri pari a quasi 350 piscine olimpioniche. Sono stati trovati oltre 48 mila rifiuti, per una media di 620 rifiuti ogni 100 metri lineari di spiaggia. La plastica si conferma la regina indiscussa tra i materiali più trovati, con un percentuale dell’80%, seguita da seguita da vetro/ceramica (7,4%), metallo (3,7%) e carta/cartone (3,4%). Sul podio dei rifiuti più trovati ci sono i frammenti di plastica, ovvero i residui di materiali che hanno già iniziato il loro processo di disgregazione, anelli e tappi di plastica e infine i cotton fioc, che salgono quest’anno al terzo posto della top ten. I rifiuti plastici usa e getta sono stati rinvenuti nel 95% delle spiagge monitorate.

A Terracina, l’anno scorso, sono stati trovati 29 rifiuti ogni 100 mq., di cui 80% plastica (pezzi di plastica, mozziconi di sigaretta, tappi e coperchi di bevande), seguita da metallo e tessili. I dati raccolti e organizzati dal Circolo di Terracina per le indagini Beach Litter 2016-2017-2018 per le spiagge e i fondali di Terracina degli anni scorsi sono stati presentati, per la loro completezza e qualità, al Governo Italiano, al Parlamento Europeo, all’Agenzia Europea per l’Ambiente e all’ONU e sono stati tra i motivi della scelta di Terracina come sito costiero e marino pilota del progetto internazionale “Plastic Free Beaches” di Legambiente che ha poi generato una rete cittadina denominata “Plastic Free Beaches Terracina”, diventata famosa a livello nazionale e un progetto regionale denominato “Fishing for Litter”.

Il Circolo coglie l’occasione per sottolineare la grande collaborazione con le Scuole IC M. Montessori e ITS A. Bianchini e con i docenti referenti dei PON MIUR 2014-2020, Prof. Laura Bellotto – IC Montessori e Prof. Angela Fruggiero – ITS Bianchini, le quali già dall’anno scorso hanno collaborato attivamente non solo nell’esecuzione ma anche nella progettazione didattica dell’indagine e con le quali si è costruito nel tempo un rapporto che ha portato a ottimi risultati come l’assegnazione degli importanti fondi europei PON MIUR 2014-2020 proprio su progetti di educazione ambientale per il mare e la sua tutela.

La raccolta e la classificazione avviene secondo uno specifico protocollo di monitoraggio che viene condiviso con tutti gli alunni, i docenti e i partecipanti: i principali indicatori presi in considerazione sono la composizione dei rifiuti, la quantità e la grandezza degli stessi, stimandone anche la provenienza cioè mare, spiaggia, corsi d’acqua e l’attività che li ha prodotti (pesca, turismo, industria, cattiva gestione dei rifiuti domestici, etc.). Il protocollo utilizzato è quello standard, sviluppato sulla base della Marine Strategy Framework Directive (MSFD Technical Subgroup) e della MarineLitter Watch dell’Agenzia Europea dell’Ambiente alla quale Legambiente e molte altre associazioni europee comunicano i dati raccolti, con l’obiettivo di creare uno dei più grandi database sui rifiuti spiaggiati costruiti dai volontari a livello europeo e che permette il confronto tra i dati raccolti da chiunque lo utilizzi in tutto il mondo. Standard è anche la lista di nomi e i codici specifici che sono utilizzati per catalogare gli oggetti. Per quanto riguarda gli alunni della primaria l’indagine si basa sui dati raccolti nel modulo semplificato di “Ocean Conservancy” e sugli educational pack del progetto europeo MARLISCO – Marine Litter in European Seas – Social Awareness and Co-Responsibility http://www.marlisco.eu/index.en.html

L’evento sarà patrocinato dalla rete territoriale “Plastic Free Beaches Terracina”, che vede la partecipazione, oltre che di Legambiente nazionale e del Circolo di Terracina, del Comune di Terracina, della Capitaneria di Porto- Guardia Costiera di Terracina, del Sindacato Italiano Balneari, del Parco Regionale della Riviera di Ulisse, della De Vizia Transfer SpA Urbaser SA, di Acqualatina SPA, delle più importanti associazioni di categoria come Confcommercio, con molti albergatori, commercianti, balneari, cooperative dei Pescatori e delle principali Scuole di Terracina, tra cui l’ITS A. Bianchini e l’IC M. Montessori, le quali patrocinano l’evento e collaboreranno attivamente con le loro classi. L’evento vedrà anche la partecipazione e la collaborazione e il patrocinio dell’Associazione Marinai d’Italia – Sezione di Terracina, con la quale il Circolo sta definendo un protocollo di intesa tutto centrato sulla salvaguardia del mare e delle coste come risorsa strategica per Terracina. L’indagine si svolgerà secondo questo programma, aperto a tutta la cittadinanza attiva:
Sabato 6 aprile dalle ore 9 alle 12 i Volontari del Circolo Legambiente Terracina con gli alunni del Dipartimento Chimico dell’ITS A. Bianchini, all’interno del Progetto “Percorso ASL – Da Goletta Verde alle Sentinelle del Mare”, finanziato dal PON MIUR 2014-2020 “Alternanza Scuola Lavoro”, e con gli alunni della Primaria dell’IC M. Montessori all’interno del Progetto “Per un Mondo Migliore- In acque pulite”, finanziato dal PON MIUR 2014-2020 “Cittadinanza Globale” – entrambi i PON MIUR proposti insieme a Legambiente Terracina – effettueranno la raccolta e la pulizia con l’obiettivo di classificare i rifiuti, raccogliendo anche i sedimenti alla ricerca di microplastiche. Le microplastiche saranno poi analizzate presso il Laboratorio Chimico “Goletta Verde a Terracina” dell’ITS A. Bianchini, laboratorio che è ormai diventato un punto di riferimento nazionale per Legambiente e per approfondire le modalità di raccolta e analisi dei rifiuti sulle spiagge e strutturare un modulo didattico congiunto per effettuare sessioni autonome di monitoraggio durante tutto l’anno con Legambiente.
• Sabato 6 aprile dalle 12 alle 13, i Volontari del Circolo Legambiente Terracina con gli alunni, i docenti e i genitori e con i Soci dell’Associazione Marinai d’Italia – Sezione di Terracina ANMI completeranno la pulizia nella piazzetta antistante la Spiaggia di Levante, onorando il Monumento ai Caduti del Mare e ponendolo al centro dell’interesse cittadino, e ribadendo la tradizione marinara e di amore per il mare, le spiagge e per il verde di Terracina.

I risultati dell’indagine verranno poi presentati ufficialmente a Terracina nel corso della prossima campagna nazionale Legambiente “Spiagge e Fondali Puliti” – Clean Up The Med 2019” che si svolgerà il 24, 25 e 26 maggio prossimo in una Conferenza che si terrà presso il Porto in cui verranno presentati anche i dati aggiornati del progetto“Fishing for Litter” e l’attuazione del protocollo regionale FONDALI PULITI e che vedrà di nuovo protagonista il Circolo Legambiente di Terracina con tutta la Rete Plastic Free Beaches Terracina, le Cooperative dei Pescatori e le Scuole della Città, sperando di poter festeggiare, dopo la recente approvazione da parte del Parlamento Europeo della Direttiva contro le plastiche monouso, anche l’approvazione del disegno di legge “Salvamare”. https://www.legambiente.it/direttiva-europea-sulla-plastica-monouso/




Commemorazione Vittime Della Violenza Nazista

 

La sezione A.N.P.I. “25 aprile” di Terracina vi invita a partecipare alla commemorazione delle vittime della violenza nazista, avvenuta a Terracina il 7 e 19 aprile 1944, durante la quale sono state uccise barbaramente 4 persone.

Domenica 7 Aprile dalle ore 10:00 alle 12:00 in Via San Silviano, 23-25 a Terracina

 




Presentazione Libro: “Specchio D’Acqua”

A tutti i pionieri e alle loro famiglie
che con forza e coraggio
hanno reso l’Agro pontino
fertile e abitabile
 
Questa è l’epigrafe che introduce “Specchio d’acqua“, una storia che nasce dal fiume di ricordi di Disola, la nipotina di Nonno Mario che adesso con la sua divisa da soldato vigila sul vecchio podere da una fotografia.
La narrazione parte dal 1927 con il regime di Mussolini, quando i Consorzi di Bonifica dell’Opera Nazionale Combattenti iniziano il prosciugamento delle paludi pontine per iniziare un vasto piano di colonizzazione. Ed è qui che si trasferisce la famiglia Bengasi, composta da Mario, dalla moglie Angela e da cinque figli, due maschi e tre femmine. Con il tempo la famiglia si allarga, ma, a causa della guerra, Nonno Mario resta solo a prendersi cura del terreno. Il suo unico obiettivo, tuttavia, è quello di portare avanti il podere per far trovare ai figli tutto il necessario per proseguire il lavoro nei campi al loro ritorno.
Nonno Mario è il capostipite, un punto di riferimento per tutti, anche per la sua nipotina Disola e tutto precipita proprio quando nonno Mario muore. Tra dissidi e invidie che usciranno fuori, l’Autrice racconta la storia di una famiglia che Disola ha vissuto e osservato con curiosità durante gli anni seguendo i cambiamenti di quelle persone che le erano tanto vicine.
Carmela nutre da sempre sentimenti di grande religiosità e si sente in dovere 
di soccorrere chi ha bisogno, soprattutto se a chiederglielo è la sorella.
I dieci comandamenti sono il suo credo e li osserva con scrupolo.
Le massime dettate dal cristianesimo – non fare ad altri ciò che non vorresti sia fatto a te, dai da bere agli assetati e da mangiare agli affamati – sono sempre state il suo forte, e insieme la sua grande debolezza. E’ una donna molto conformista, forse un pò ingenua nel suo seguire con naturalezza le futili regole che la società dei tempi impone: in questo è diverso da Disola, la quale, pur non disdegnando i principi caritatevoli che la madre continua a trasmetterle, vuole essere soprattutto libera di esprimere se stessa, rifiutando l’inutilità dei comportamenti più usuali.

 

Carola Helios con uno stile leggero e delicato è riuscita a inquadrare perfettamente la situazione dell’epoca di molte famiglie, le condizioni di miseria in cui vivevano, l’analfabetismo così come la solidarietà che nasceva spontaneamente tra le famiglie vicine e la speranza che albergava nei cuori delle persone, focalizzando l’attenzione su una di queste famiglie patriarcali e sul suo evolversi nel tempo che porterà all’affermazione dell’egoismo e dell’avidità.



Inaugurazione Parco Pubblico “La Fossata”